giovedì 15 aprile 2021

Quanto dorme un cane o un gatto ?

Chi ha cani o gatti in casa, si sarà accorto che a loro piace molto dormire: da cuccioli il gioco li tiene certamente un poco più svegli, ma soprattutto da adulti o anziani poi le ore di riposo aumentano. Ma, in generale, quanto dorme un cane o un gatto? L'ho scoperto in questo interessante articolo di cui estrapolo  una parte....

 
Le ore di riposo variano in base alla specie, all'età anagrafica e alle dimensioni dell'animale. 
In media un cane adulto dorme solitamente intorno alle 14 ore, uno anziano circa 18 ore mentre il cucciolo anche 20 ore al giorno. I gatti arrivano fino a 17 ore. 
I felini, infatti dormono più di qualsiasi altro mammifero, ad eccezione dell'opossum e di alcuni pipistrelli. Dormire bene permette ai nostri amici a quattro zampe di recuperare appieno le energie, consentendo un buon funzionamento dell'organismo, di eliminare stress e stanchezza, e incide anche sul buon umore dell’animale. 
Rispettare le esigenze di riposo dei nostri animali, garantendogli condizioni di calma e tranquillità, è fondamentale per un equilibrato sviluppo muscolo-scheletrico, mentale e cerebrale. Tutti questi apparati, infatti, si sviluppano correttamente solo quando l'animale riesce a dormire a sufficienza e nelle giuste condizioni.
Il sonno dunque ha un ruolo importantissimo per l'equilibrio mentale di un animale. 
 
fonte: https://www.palermotoday.it/benessere/salute/riposo-cani-gatti-animali-dormire.html

venerdì 2 aprile 2021

Una Pasqua senza agnello mi raccomando !

 

 

Buona Pasqua a tutti gli amici del blog da parte mia, di Ron e Lolo!

lunedì 29 marzo 2021

Il sacerdote celebra la messa con il cane sulle ginocchia

 

 

Ogni tanto qualche bella notizia di amore verso i nostri amici cani da parte di insolite situazioni, fa davvero piacere: è il caso della settimana dato che ha fatto il giro del web la notizia con foto del sacerdote col suo cagnolino in braccio, mentre officiava la messa, spiegando ai fedeli "Scusate, ma il mio cucciolo è molto malato e se lo lascio a casa si rattrista così l'ho portato a messa".  
Trattasi di  padre Gerardo Zatarain García, sacerdote nella parrocchia Todos Los Santos, situata nella città messicana di Coahuila de Zaragoza, che si è presentato in chiesa con la sua cagnolina Paloma e l’ha tenuta sulle ginocchia.
Bello vero?! :-)

martedì 23 marzo 2021

Primavera: prevenzione cani e gatti

 

 Arriva la primavera ed iniziano i problemi per cani e gatti, soprattutto quando escono di casa: quindi la parola d'ordine è prevenire le punture o l' "ospitare" tra il loro pelo ospiti indesiderati! Ecco quindi un valido articolo che vi darà sicuramente le giuste informazioni al riguardo!

PULCI E ZECCHE: COME AGISCONO E COSA PROVOCANO 

Le pulci, insetti privi di ali, minuscoli ed estremamente veloci, sono parassiti esterni ematofagi ossia si nutrono del sangue di mammiferi ed uccelli. Si insinuano nel fitto pelo dell’animale alla base del quale, peraltro, depositano i loro escrementi, granelli piccolissimi di colore scuro che ne segnalano inconfutabilmente la presenza. L’infestazione da pulci può determinare nell’animale nefaste conseguenze: allergie, dermatiti, parassitosi interne, malattie ematiche. Le zecche, invece, appartengono ad un sottordine degli acari. Ematofagi anch’’ssi, trafiggono la pelle dell’animale e vi si fissano saldamente, nutrendosi del suo sangue. Sono in grado di veicolare agenti patogeni di diversa natura (virus, batteri, protozoi) responsabili di malattie pericolose sia per gli animali che per l’uomo: la Rickettsiosi e l’Ehrlichiosi sono tra le più note. Si manifestano con febbre alta, sonnolenza, dolori articolari, perdita di appetito, dimagrimento, sintomi a carico dell’apparato nervoso e scheletrico. 

COME DIFENDERSI DA PARASSITI QUALI PULCI E ZECCHE 

Cosa fare, dunque, per ridurre i rischi? Prevenzione è la parola d’ordine. Cani e gatti dovrebbero essere sottoposti al trattamento contro pulci e zecche durante tutto l’anno, ma in maniera ancora più scrupolosa già a decorrere dal periodo primaverile. Maggiore attenzione è richiesta durante la stagione estiva. Occorre rispettare diligentemente gli intervalli mensili di applicazione e dosaggio Esistono in commercio in farmacia e nei negozi specializzati molti prodotti antipulci attivi anche contro le zecche. I più comuni si possono reperire sotto forma di spray, spot on, shampoo e collari: Gli spot on, ad esempio, si applicano nella zona interscapolare, quasi in prossimità della nuca, così da impedire all’animale di leccarsi. Vanno utilizzati a distanza di almeno una settimana dall’ultima toelettatura, in quanto sfruttano il grasso cutaneo per diffondere il loro effetto. Lo spray, invece, va applicato solitamente spruzzandolo sulla mano (attenzione quindi ad indossare i guanti) per poi massaggiare il prodotto sulla cute del cane. All’efficacia di spot on e spray contribuiscono anche i collari antipulci che si caratterizzano per l’azione di lento rilascio dei principi attivi, garantendo una copertura che va dai 6 agli 8 mesi. Grazie alla presenza di principi attivi come la deltametrina proprio il collare antiparassitario può risultare fondamentale anche per la protezione contro le punture di pappatacio. 

PULCI E ZECCHE, MA ANCHE PAPPATACI 

Il pappatacio o flebotomo è un insetto assai diffuso nell’area mediterranea ed in particolare in Sicilia Molto simile ad una zanzara di piccole dimensioni ma silenzioso, attraverso la sua puntura può veicolare un virus che nell’uomo causa una malattia chiamata “ febbre da pappataci” mentre al cane trasmette la Leishmaniosi. Si tratta di una malattia assai insidiosa caratterizzata da un periodo di incubazione che può durare anche alcuni anni prima di manifestarsi palesemente attraverso la sintomatologia che la caratterizza: dermatite, perdita di peso, perdita di pelo, lesioni alle orecchie, perdita di sangue dal naso, crescita accelerata delle unghie, lesioni oculari, insufficienza renale. 

PREVENZIONE DA PULCI E ZECCHE ANCHE IN CASA 

Per prevenire la proliferazione di pulci e zecche è opportuno effettuare una pulizia accurata dei luoghi della casa frequentati dal nostro pet, nonchè della cuccia e dell’automobile. Per fare questo si può ricorrere all’impiego di spray per ambienti. Questi agiscono creando uno “scudo” contro le minacce esterne e inibiscono lo sviluppo larvale dei temuti parassiti. Gli spray di ultima generazione sono generalmente a base di essenze ed olii essenziali di fiori e piante. Specificando, comunque, che l’azione degli olii essenziali è repellente e NON insetticida, risultano efficaci: Lavanda e geranio per acari e zecche Citronella, menta, eucalipto e basilico per le zanzare 

PREVENIRE SEMPRE, IN QUALUNQUE PERIODO DELL’ANNO 

In sintesi potremmo concludere dicendo che in ogni periodo dell’anno e in qualunque zona d’Italia occorre prevenire le infestazioni parassitarie ma con criterio, utilizzando sinergicamente antiparassitari chimici e rimedi naturali. Ma cosa più importante non dimenticare di consultare sempre il tuo Veterinario di fiducia, che saprà consigliarti i rimedi più adatti in base alle esigenze del tuo animale da compagnia. Ricorda che un animale in buone condizioni di salute, correttamente alimentato e che vive in una condizione di benessere etologico è certamente dotato di un sistema immunitario capace di reagire più efficacemente anche alle patologie infettive trasmesse dai vettori.

fonte: https://clinicalaveterinaria.it/it/pulci-e-zecche/ 
immagine dal web

giovedì 4 marzo 2021

Missione libertà: un libro per chi ama le storie con animali

 


Segnalo questo libro, adatto per tutti gli amici degli animali !
 
Titolo: Missione Libertà 
Autrice: Francesca de Angelis 
Casa Editrice: Pav Edizioni 
Numero pagine: 211 
Data di uscita: 5/12/2019 
Genere: Narrativa per ragazzi (a partire degli 8 anni) 
Prezzo: 14,00 (cartaceo, presto arriverà anche in ebook) 
 
Sinossi:
“Missione Libertà” è un romanzo per bambini dai 5-6 anni agli 11 anni (ma credo vada bene anche dagli 0-ai 99 XD) e ha come protagonista Bill, un cane dalla razza sconosciuta, che ha il compito di fare la guardia nella fattoria del vecchio Jacob. Insieme a lui troviamo Paul, il gallo e la sua famiglia composta da Beatrice, una gallinella hippie, esperta in omeopatia, Malvina, la loro svampita figlia maggiore e il loro pulcino, il capriccioso Giuseppe. 
Troviamo poi Pallino, una cinciallegra brontolona, ossessionata dai draghi che lui ritiene essere reali e custode di un trattato di pace fra i bombi e le vespe, che si batterono durante quella che passò alla storia come “La Guerra dei Fiori”. 
Abbiamo poi Rick, il riccio nerd membro onorario della fattoria e Lardo il gatto cieco da un occhio, sornione ma molto intelligente abile artigiano e pittore. 
Nino, vecchio maiale, schizzinoso e snob, gran lettore di libri horror e gialli. Può esistere una fattoria più strana di questa? 
Un giorno giunge alla fattoria Ci, un piccolo chihuahua adottato dal padrone per farne dono alla moglie, convinto invece di essere stato “assunto” per aiutare Bill nel suo lavoro di cane da guardia. Tralasciando le dimensioni (che per Bill non sono mai state un problema, in quanto convinto che lo spirito e il valore di un animale non siano direttamente proporzionali alla sua stazza), quel che sconcerta il cagnone è la passione di Ci per gli abiti e la moda, (passione trasmessagli dalla mamma, venuta a mancare di recente) oltre per la sua, seppur involontaria, incuranza del pericolo e dei predatori. 
Bill, infatti è in aperta guerra con i tassi, suoi nemici giurati, colpevoli di voler estendere il loro territorio, depredando in parte quello appartenente alla fattoria. Una notte, giunge alla fattoria una volpe ferita, ribattezzata da Ci, Lazzaro. L’animale dice di essere sfuggito ai tassi, ma di essere scampato anche a quel che sembra un pericolo ancora più grande. Incoraggiato da Bill, la volpe rivelerà loro uno spaventoso segreto. 
 
Notizie sulla autrice, alla quale questo blog augura tanto successo:
 
Francesca de Angelis è nata a Roma il 10-04-1991. 
Passa il 90% del tempo nell’inventare storie, studiare, perdersi in bislacchi ragionamenti e occuparsi degli animali. L’altro 10% è invece impiegato nella lettura, il disegno e il cosplay. Laureatasi per la seconda volta in Scienze Politiche, si batte da sempre contro il bullismo, la violenza sulle donne e per i diritti degli animali e dei bambini. Nel 2016 ha pubblicato con “L’Associazione Culturale Arduino Sacco Editore”, “Cenere sulla Brughiera”, un romanzo per ragazzi, ispirato al capolavoro di Emily Bronte “Cime Tempestose”. In esso sono raccontati gravi problemi sociali come l’abuso sulle donne, il bullismo e l’emarginazione sociale. 
Successivamente pubblica, attraverso “L’Associazione Culturale Pav Edizioni” un libro per bambini con protagonista Bill, un enorme cane da guardia dalla razza sconosciuta. Un storia ricca di mistero, intrighi e colpi di scena, ma anche di gioia e comicità.
 

venerdì 29 gennaio 2021

Addio a Kira dell'unità cinofila VVFF

 

Lutto per il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco: è morta Kira, la pioniera della Componente Cinofila dei Vigili, in forze al Comando di Cagliari. 
Il cane Kira, Border Collie femmina, nata nel 2004, è stata tra le prime 16 Unità Cinofile del Corpo Nazionale. Kira ha svolto servizio nella regione dal 2007 fino al 2015, partecipando a innumerevoli interventi di ricerca. 
Il cane e il suo conduttore, Gavino Fiori, hanno fatto da traino per la costruzione del Nucleo cinofilo VVF regionale e per la preparazione di altre unità cinofile. Col suo conduttore, Kira ha partecipato a diverse emergenze come il terremoto dell'Aquila del 2009, l'alluvione di Capoterra e tanti interventi di soccorso tecnico. 
«Tutti i Vigili del Fuoco, e in particolare le unità Cinofile Regionali e Nazionali, è il messaggio inviato dal Corpo, sono orgogliosi di aver avuto un collega a quattro zampe come Kira».
 
fonte: https://www.lastampa.it/la-zampa/cani/2021/01/27/news/addio-al-cane-kira-il-primo-componente-delle-unita-cinofile-dei-vigili-del-fuoco-e-impegnato-nei-soccorsi-all-aquila-1.39826196
 
Questo blog elogia tutte le unità cinofile che prestano soccorso nei campi più disparati e si unisce al dolore per la perdita di Kira.
 

sabato 2 gennaio 2021

Uccelli morti a Roma per i botti e fuochi d'artificio

 

 

Purtroppo ieri l'inizio dell'anno è iniziato con una notizia davvero brutta: a Roma una strage di uccelli per colpa dei botti e dei fuochi d'artificio, peraltro vietati dalla Sindaca, ma si sa come vanno a finire certi divieti....e infatti...

Ecco cosa ha spiegato ieri la LIPU a tale proposito:

 "Purtroppo si, è successo stanotte a Roma nei pressi della Stazione Termini". Uccelli morti sono stati ritrovati anche in via Nazionale, piazza Esedra e via dei Fori Imperiali. "Nella zona di Roma Termini", spiega Lipu, "c'è un grosso dormitorio. Gli storni sono animali sociali e la notte formano dei dormitori sulle alberature che possono arrivare a contare molte migliaia di individui. Ieri notte l'esplosione dei botti ha spaventato gli animali che si sono alzati in volo contemporaneamente, in maniera disordinata e al buio e molti individui hanno sbattuto tra di loro e contro i fili sospesi e le barriere architettoniche tipiche del centro città. Questo ha causato la morte di un centinaio di individui e il ferimento di altri". 

All'obiezione "i botti ci sono sempre stati perchè è successo solo quest'anno?", Lipu replica: "Gli storni negli ultimi anni hanno diminuito la loro presenza in centro a Roma, forse anche come conseguenza degli interventi di dissuasione operati ormai da quasi venti anni. Negli ultimi due anni, al 31 dicembre, non c'era nessun dormitorio presente o comunque non così numeroso. Quest'anno invece gli storni sono tornati al centro di Roma e non essendo stato fatto nessun intervento di dissuasione sono rimasti sul posto fino ad oggi in grandissimi numeri. E' per questo motivo che è successo quest'anno. Episodi simili si sono registrati comunque anche negli anni passati soprattutto tra il 2003 e il 2010 quando la presenza di questi animali a Roma era davvero importante". 

Questo blog è sempre stato contro queste barbare usanze e questa è stata una vera e propria strage degli innocenti: l'uomo ancora una volta si è dimostrato un essere ignobile ed a volte mi chiedo se meritiamo di vivere su questo pianeta.

giovedì 24 dicembre 2020

Auguri

 

 

A tutti i lettori del blog, ai vostri amici pelosi e non, auguri di Buone Feste, senza dimenticare i canili/gattili che, soprattutto in questo periodo, hanno più bisogno del nostro aiuto!


sabato 12 dicembre 2020

Strenne natalizie e solidarietà

Cari amici degli animali, ci sono tanti canili ed associazioni in Italia, nel mondo, ma questo blog segue da anni progetti di solidarietà di due associazioni altrettanto impegnate ad accudire i tanti cani o gatti che cercano casa.

Per questo motivo oggi vi segnalo la vendita diretta o on line delle specialità natalizie e non solo proposte da loro.

Inizio con la Lega Nazionale per la difesa del cane, sez. de L'Aquila...

Ecco le loro iniziative:

"Quest'anno abbiamo deciso di rivoluzionare le nostre tradizionali iniziative di fine anno: per mettere all'angolo un 2020 così difficile, vi proponiamo tantissime nuove Strenne di Natale! Gli amici della Glober Dolciaria hanno creato sul loro e-commerce un'area tutta per noi: il ricavato della linea di prodotti a noi dedicata - le Tenerezze - sarà interamente devoluto alla nostra associazione, al netto delle spese. 
Ai nostri "classici" pandori, zampette e ossini di cioccolato, tavolette di cioccolato e torroncini con il nostro logo si aggiungono panettoni di alta pasticceria, torroni, carbone di zucchero e, per chiudere in bellezza, due liquori tipici abruzzesi! 
 E non abbiamo dimenticato il calendario! Anche il nostro "12 musi, 12 mesi" è disponibile sull'e-commerce, con un po' di dolcezza in più. 
Come avere le Strenne 2020? 
→ Presso i volontari dell'Associazione, contattando il 329.9064859 oppure scrivendo a info@cuccefelici.com. 
 → Per posta! Ovunque siate, non preoccupatevi: ordinando tramite l'e-commerce saranno inviate dove volete. E - perché no? - potreste spedire un regalo ad amici e parenti: un dono solidale per chiudere il 2020 con un po' di dolcezza. 
Grazie per il vostro supporto!"

 
Passo ora all'Associazione milanese "Diamoci la zampa"  

 

Ecco il loro appello: 

"Purtroppo durante l'anno non abbiamo potuto organizzare nessun evento di raccolta fondi e ci siamo resi conto che ...ci siete mancati tantissimo! Perché la vostra presenza oltre a portare un aiuto concreto ai nostri protetti portava a noi volontari le storie di amore che condividete con i vostri ragazzi pelosi e conoscerle da vicino ci faceva rendere conto che il nostro impegno non è mai stato vano. 
Vi confessiamo che è stato un periodo difficile per le cure ed il sostegno dei nostri cagnolini, abbiamo tenuto e terremo duro per non venire meno alla promessa che gli abbiamo fatto di aver cura di loro. Le prossime festività sono un'occasione per raccimolare qualche soldino con le nostre proposte solidali e dacchè lo shopping natalizio è bello anche da casa ecco a Voi tre delle nostre proposte : 
Partiamo da un classico del Natale, il dolce per eccellenza che non può mancare il Panettone, per i palati più difficili anche la versione vegan ed il Pandoro. Trovate tutte le infos necessarie a questo link http://www.diamocilazampa.it/public/wp/?p=9779 
Altro classico delle festività sono i calendari e le agende, speriamo sempre che il nuovo anno sia migliore e mai come in questo anno che sta per terminare speriamo che il prossimo sia migliore, noi abbiamo cercato di renderlo migliore con il Calenadario di Diamoci La Zampa, nella versione da tavolo e da parete, dove i fantastici modelli sono i cagnolini in cura presso la nostra associazione. 
Tutte le infos necessarie a questo link http://www.diamocilazampa.it/public/wp/?p=9760 Ed abbiamo pensato che anche i vostri beniamini possono vivere un'anno da vera star con l'agenda dedicata Dogue per i cani e Gattopolitan per i mici. 
Tutte le infos necessarie a questo link http://www.diamocilazampa.it/public/wp/?p=9755 
Confidiamo nel Vostro prezioso sostegno "
 
 
Forza amici, siete ancora in tempo per ordinare e festeggiare così un Natale solidale, che è il vero spirito di queste festività! Pensiamo a tutti i cani o gatti che non sono fortunati come i nostri qui in casa al calduccio con noi e un plauso a tutti questi volontari che, nonostante il difficile periodo che stiamo vivendo, sono sempre in prima linea per accudire i 4 zampe!
 
 

venerdì 4 dicembre 2020

Aiutiamo questi mici


Ricevo la richiesta di postare e girare questo appello...anche solo 1 euro può servire, se saremo in tanti! 

Dal blog di Helga : "Ho messo in rete un video dell'associazione "La patte sur le coeur" di Saintes Maries de la mer per raccogliere fondi. 1 euro può sembrare poco, ma per noi significa molto! Ognuno partecipa con l’offerta che desidera. Sono conscia che ci sono molte realtà a cui donare il proprio contribuito, io promuovo questa, perchè so che siamo solo e unicamente volontari che partecipiamo, quotidianamente con il nostro tempo e il nostro denaro: pensate che per nutrire i gatti dell'associazione servono minimo 300 kg di croccantini al mese, senza contare i costi delle sterilizzazioni, cure e medicine necessarie. Siamo pochi, ma siamo ormai coinvolti. I gatti ti entrano nel cuore, fare del bene fa bene principalmente a noi stessi. 

Quest'anno l'associazione non potrà organizzare la tombolata natalizia con cui raccoglieva dei fondi e per questo motivo è nata l'idea di questo breve filmato. Vi prego, in qualsiasi caso, di condividere, il passaparola per noi è importante. Se potete, aiutateci anche solo con 1 euro!  

Grazie con zampotte e cuore! 

Se volete vedere il video CLICCATE QUI 

Se volete donare CLICCATE QUI 

Grazie di cuore!

venerdì 20 novembre 2020

LAV informa


Dopo l'entrata in vigore del nuovo DPCM, la LAV ha fatto il punto su ciò che possiamo fare con i nostri animali. 

In tutta l'Italia è in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5: in queste ore gli spostamenti sono possibili solo in situazioni di necessità o per motivi di salute, ma bisogna avere l'autocertificazione (anche per portare fuori il cane). Di giorno solo per le regioni rosse e arancioni, quando si porta Fido a fare i suoi bisogni, come per altre uscite, è necessario avere con sè l'autocetificazione onde evitare problemi e sanzioni. Rimangono aperti i negozi per animali, veterinari e pronto soccorso veterinari. 

A seconda se la propria regione è nella fascia gialla, arancione o rossa, ci sono misure aggiuntive. Nelle zone arancioni scatta il divieto di spostarsi nei comuni limitrofi e nelle zone rosse all'interno del proprio comune, a meno che non ci siano ragioni d'urgenza o di salute. Quindi è possibile spostarsi per comprare prodotti alimentari specifici o farmaci se non presenti nel proprio comune o nella propria zona (ma serve l'autocertificazione e il certificato veterinario che attesta la necessità). Si può andare da un veterinario in un altro comune per visite urgenti o un intervento chirurgico, ma anche in questo caso si dovrà avere l'autocertificazione e l'attestazione del veterinario. 

Infine le "gattare" possono accudire i randagi, anche se la colonia non è registrata, presentando l'autocertificazione. 

Per info, chiamate la Lav allo 06.44.61.325 o scrivete a emergenza@lav.it

P.S: questo blog vi informa che anche la toelettatura per animali presso il negozio apposito, è possibile se non c'è nel vs. comune, basta che specificate nell'autocertificazione questo bisogno direi essenziale soprattutto per il vs cane !

 

giovedì 5 novembre 2020

La tosse del cane


Il vostro cane inizia tossire dopo una lunga passeggiata o dopo aver dormito sul pavimento freddo? Attenzione, perchè potrebbe aver preso la "tosse dei canili"! E' una infiammazione di origine virale o batterica che colpisce il più delle volte le prime vie respiratorie, quindi la trachea ed è caratterizzata da eccessi di tosse frequente che, se particolarmente forti, possono anche causare dei conati. 

Quando i sintomi si manifestano diventa molto contagiosa specie per gli altri cani. Quindi fate attenzione ai posti affollati, come aree cani e pensioni. Tra le cause scatenanti ci sono anche lo stress, gli sbalzi di temperatura, affaticamento e una cattiva alimentazione, tutti fattori che abbassano le difese immunitarie del cane che andrebbe vaccinato se cucciolo, anziano o malato. 

La malattia ha un andamento benigno e dura una settiamana circa. Si cura dando al cane un farmaco che blocca la tosse, in modo che la gola non si irriti ulteriormente, con antinfiammatori  e aerosol.


martedì 20 ottobre 2020

Vuoi adottare un cane? Sfatiamo 5 luoghi comuni

 


venerdì 2 ottobre 2020

Tornano in libertà i due elefanti dello zoo di Phuket

 

Con lo zoo di Phuket ha chiuso a causa della pandemia. E i due elefanti che li hanno vissuto per anni, costretti ad esibirsi per i visitatori, finalmente sono stati mandati in pensione, in un santuario dove per la prima volta nella loro vita avranno ampi spazi verdi in cui trascorrere le loro giornate. Tang Mo e San Mueng erano costretti a esibirsi tre volte al giorno. 
Poi con l'arrivo delle restrizioni per il contenimento del Covid, i due elefanti sono diventati «un peso»: mantenerli è costoso e, dovendo risparmiare a tutti i costi, i gestori dello zoo hanno accettato l'offerta dell'Elephant Nature Park di Chiang Mai, un santuario e un centro di riabilitazione che fornisce cure agli elefanti in difficoltà provenienti da tutta la Thailandia. 
Lo scorso anno, i due elefanti dello zoo thailandese erano stati protagonisti insieme al cucciolo Dumbo di un video di denuncia di Moving Animals contro il maltrattamento degli animali: nelle immagini si potevano vedere i tre pachidermi costretti da un ammaestratore armato di pungolo a eseguire coreografie e trucchi a ritmo di musica. Il piccolo Dumbo è morto poco dopo mentre per loro i maltrattamenti sono proseguiti almeno fino a marzo.
Ora i due grandi animali si stanno godendo il primo assaggio di libertà. «Dato che hanno trascorso la maggior parte della loro vita in uno zoo, la transizione richiederà del tempo. Ma crediamo nella "guarigione", nel bellissimo legame che questi due elefanti condividono e non vediamo l'ora di vederli godersi il resto della loro vita insieme, tornando ad essere degli elefanti liberi», ha dichiarato il direttore del centro, Ry Emmerson. 
«La pandemia ha portato alla bancarotta il turismo della Thailandia e ciò ha avuto un effetto diretto sugli elefanti, spesso lasciati in situazioni molto precarie di fronte alla mancanza di cibo e cure. Dall'arrivo del Covid-19 siamo intervenuti a supporto di quasi 2000 elefanti e questo è stato possibile solo grazie all'incredibile supporto che abbiamo ricevuto da tutto il mondo», conclude. 
 
 fonte:https://www.lastampa.it/la-zampa/altri-animali/2020/10/02/news/tornano-in-liberta-i-due-elefanti-dello-zoo-di-phuket-anni-di-vessazioni-sono-finiti-grazie-al-coronavirus-1.39374155

venerdì 25 settembre 2020

E' uscito il libro di Sara Turetta

 

Sara Turetta festeggia i 18 anni di "Save the Dogs" con l'uscita del suo libro! 

Dice: "Potrai leggere la storia di questi 18 anni straordinari, fatti di tanti traguardi raggiunti insieme e anche qualche sconfitta, da cui abbiamo imparato tanto. Dalla prima piccola clinica degli inizi in Romania a quella che è oggi Footprints of Joy, un’oasi nel deserto, la speranza e la salvezza per migliaia di animali sfortunati. Un libro da regalarsi e da regalare, perché le belle emozioni sono ancora più belle se condivise."

Se anche voi ammirate e volete sostenere questa super donna, comprate il suo libro, i cui proventi saranno a sostegno della sua organizzazione Save the Dogs! 

Lo trovate in libreria, ma potete anche ordinarlo on line cliccando QUI