martedì 20 settembre 2022

Gatti: 10 comportamenti strani e come interpretarli

 

I gatti sono animali eleganti, affascinanti, misteriosi, ma a volte sono protagonisti di comportamenti strani e apparentemente bizzarri e imprevedibili. Tra “agguati” improvvisi, fughe e nascondigli, i nostri amici pelosi sanno sorprenderci ogni giorno, ma imparando a conoscerli meglio, scopriremo che alcune “assurde” abitudini fanno parte della loro natura e hanno una spiegazione “scientifica” che li ha aiutati a sopravvivere in natura per milioni di anni. 

Vediamo quali sono i 10 comportamenti più strani dei nostri gatti. 

Si arrampicano nei posti più alti della casa
I gatti sono dei grandi arrampicatori e non è difficile vederli salire sopra gli armadi, sulle finestre e ovunque sia abbastanza “alto” per poter controllare noi e il resto della casa. La natura ha dotato i nostri amici pelosi di spiccate doti da equilibristi e muscoli scolpiti ad hoc che hanno sempre permesso loro di mettersi in posizioni di vantaggio ed esplorare i dintorni dall’alto, in cerca di prede. E anche se oggi non hanno bisogno di salire sulle tende per vedere dove abbiamo messo i croccantini, il loro istinto è ancora programmato per dominare la casa con un solo sguardo. 

Si addormentano nei posti più strani e scomodi 
Capita spesso di cercare il nostro gatto per tutta la casa e poi scovarlo a dormire nei posti più reconditi o scomodi della casa: dentro gli armadi, nei cassetti o accovacciati in posizioni scomodissime su libri, asciugamani piegati o qualsiasi cosa abbia un perimetro ben limitato. Ebbene, la spiegazione è perché in questi posti si sente al sicuro. In natura, infatti, i gatti non sono stati solo cacciatori ma anche bersagli di altri predatori. Addormentarsi, quindi, in luoghi difficilmente raggiungibili, o imprevedibili, è una forma di difesa nel momento in cui sono più vulnerabili. 

Sono estremamente attenti alla pulizia 
I gatti sono animali molto puliti e apprezzano particolarmente che la loro lettiera sia sempre pulita e priva di odori sgradevoli. In realtà, non è solo una questione di igiene: l’odore dell’urina, infatti, potrebbe attirare dei predatori, rivelando la loro posizione. Si tratta quindi di un istinto di sopravvivenza. In ogni caso, è estremamente importante scegliere la lettiera più adatta ai loro bisogni e stile di vita, per farli sentire totalmente a loro agio. Sanicat, brand esperto di lettiere per gatti, offre una vasta gamma di prodotti adatti a tutte le esigenze: lettiere Classiche, Agglomeranti e Vegetali, tutte caratterizzate da un elevato potere assorbente per eliminare gli odori, la capacità di non fare polvere e di non attaccarsi alle zampe del gatto, per avere anche la casa sempre fresca e pulita. 

Si fanno le unghie sul divano 
Non è che non gli piaccia il nostro divano, il tappeto o le nostre tende. Il gatto fa quello che semplicemente ha sempre fatto in natura: levigarsi gli artigli per essere pronto a usarli per cacciare, difendersi o arrampicarsi. Inoltre, questa attività lo aiuta a distendere i muscoli e ad alleviare un po' di stress. 

Hanno scatti improvvisi 
Vi è mai capitato di vedere il vostro gatto scattare all’improvviso, come in preda a un raptus e correre avanti e indietro, saltare e inseguire prede immaginarie, tra cui spesso la propria coda? Non è impazzito, il vostro micio sta semplicemente mettendo in pratica il suo istinto naturale di cacciatore, simulando dei veri e propri attacchi. E spesso lo fa di notte, mentre noi stiamo dormendo! 

Amano infilarsi nelle scatole 
Quello con le scatole è una vera storia d’amore. Se lasciate una scatola aperta, il vostro gatto si metterà dentro in un batter d’occhio. Innanzitutto, è un bisogno istintivo per nascondersi dai predatori. Poi è un potente antistress: i gatti con una scatola a disposizione si adattano meglio ai nuovi ambienti, per esempio durante un trasloco in una nuova casa, perché lì dentro hanno un luogo in cui scappare quando percepiscono ostilità. Infine, il cartone è isolante e i gatti hanno una temperatura corporea di circa 10° più alta della nostra. 

Fanno versi strani se vedono un uccello o una mosca 
Avete mai visto il vostro micio alle prese con un uccellino o anche solo una mosca in casa? È uno dei comportamenti più strani in assoluto. Quando, infatti, l’attenzione del gatto viene catturata da un uccellino o una mosca fuori dalla finestra, l’animale comincia a emettere un verso singolare e a battere i denti, quasi ipnotizzato. Non preoccupatevi, sta bene e “fa il gatto”. Un po' tra l’eccitato e il frustrato per il non poter prendere la sua preda, si esercita in un “simbolico” morso, come se l’avesse catturata. 

“Attaccano” tutti i piccoli oggetti che trovano
Gomitoli, tappi di bottiglia, palline, i gatti attaccano qualsiasi oggetto piccolo capiti sotto il loro sguardo. In natura, i gatti sono predatori opportunisti e si nutrono di qualsiasi preda disponibile. Spesso recuperano piccoli pasti e per mantenersi sazi, cacciano più volte al giorno, a porzioni “ridotte”. 

Danno le testate al padrone 
Quello che potrebbe sembrare un atteggiamento aggressivo da parte del gatto è, in realtà, uno dei gesti più affettuosi e intimi che il micio dedica al suo padrone. Le testate, infatti, rappresentano una ricerca di coccole o una specie di “carezza” che il gatto fa per attirare l’attenzione e dimostrare, appunto, il proprio amore. Inoltre, è un modo per lasciare il suo odore emesso dalle ghiandole che si trovano ai lati della testa. 

“Regalano” le loro prede 
 Il vostro gatto vi porta in casa, o addirittura sul letto, un topolino, uno scarafaggio, una lucertola? Ecco lo fa per amore. Per quanto possa sembrare un comportamento strano e non proprio piacevole, in realtà il gatto è spinto in quel momento dal suo istinto di cacciatore e, in questo modo, pensa di poter aiutare con un “regalo” chi si prende cura di lui, ovvero il suo padrone, che lo nutre e lo accudisce.

(by Davide Santoro)

8 commenti:

  1. Ora di gatti non ne ho più ma tutti questi comportamenti li ho sempre trovati nei gatti che ho avuto. Sono veramente animali fantastici !! Ciao Fiore

    RispondiElimina
  2. Cioè , non ho più un gatto mio ma c'è Stellina !! E' la gatta, di circa 10 anni, di una famiglia che abita nella mia stessa via. Non so perchè, ma la furbastra ha preso l'abitudine di fare colazione a casa mia. Si presenta verso le 8.00, miagola a tutto spiano per avere la colazione, poi sparisce e torna verso sera, sperando anche nella cena e in quattro carezze. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ma che furbina la Stellina!!! Ti ha scambiato per un suo self service!!! 🤭🐱ciao Mirty!!

      Elimina
  3. Ciao Fiore! Eccomi qui a raccontarti la mia nuova avventura con questi pelosi fantastici. È da poco che he ho preso Mina, è piccola e quindi ancora è tutta una sorpresa. Quindi alcune caratteristiche non si sono ancora manifestate. Ma la sua volontà di essere una gattina a tutti gli effetti si fanno strada. Non sapevo del fatto che preferiscono la lettiera pulita x via dell'odore x non essere preda, ma indipendentemente da questo fatto, come non dargli torto di non sopportare la lettiera sporca!!! 😄 Da poco ha scoperto le mosche, e qui lunghi discorsi da chiacchierona! Che comica! Non sono mai stata a stretto contatto con il mondo felino, anche se mi piacevano, ma sapevo che erano pelosi particolari, senza niente togliere ai cagnolini. Adesso ti lascio, mi sono dilungata un po' troppo, ma quando prendo il via, non finisco più. Ciao a presto. Mary&lucy&Mina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e miao Mary e Mina...sono certa che la tua micetta saprà darti tanta gioia, il mondo felino è una piacevole scoperta. Sono diversi dai cani , è vero, ma in comune hanno che danno tanto amore!!!

      Elimina
  4. Oltre alle cose che hai citato ho notato che sfila i libri dalla biblioteca e li fa cadere. Forse vuol farmi credere che li legge ma io non ci casco e non gli credo.😄
    Felice giornata .
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico per il tuo aneddoto gattofilo!!!🐱🤭

      Elimina
  5. Bel post hai descritto tutti i più frequenti comportamenti insolit dei gatti. Tutti molto veri. Avendo avuto tanti gatti in vita mia, li conoscevo tutti ma non importa è stato un bel leggere. Grazie cara. A propostio riguardo al dare testate al proprio padrone, questo atteggiamento ha un'altra ragione, che non hai citato nel tuo post. Per un gatto il dare testatine al proprio padrone ha tutti i significati che hai detto tu ma ha anche un senso territoriale. Ovvero il gatto dandoti testatine è come se segnasse il territorio. Dicendo "questo umano è mio - fa parte del mio territorio". Spero che tu stia bene, un saluto, buon fine settimana e sereno autunno

    RispondiElimina

Gli amici degli animali sono i benvenuti in questo blog !
♥ Se volete lasciate la vostra “impronta” io ed i mitici pelosi ne saremmo felici e sotto il vostro commento! ♥
Per avere notifica di commento cliccate su "inviami notifiche"