martedì 20 giugno 2017

Gli animali ci insegnano a vivere


NOSTRI AMICI ANIMALI HANNO MOLTO DA INSEGNARE A NOI UMANI
Sono un  dolcissimo messaggio di pace e di amore
Sono anche uno schiaffo morale per l'uomo che 
si sente superiore


Nel silenzio di un bacio il cielo apre la sua porta e le anime 
assaporano il paradiso  - C. V. De Padua


L'eccessivo valore che diamo ai minuti, la fretta, che sta alla base 
del nostro vivere, è senza dubbio il peggior nemico del piacere.
- Hermann Hesse -


Un cane ti lusinga, ma sei tu a dover lusingare un gatto.
- Gorge Mikes -

Chi salva una vita, salva il mondo intero


Ci sono occhi che non mentono mai e parlano sempre d'amore, 
quelli degli animali


La vera forza non si misura da chi hai sconfitto, 
ma da cosa hai protetto ...


venerdì 16 giugno 2017

Doggy & Buddy- "sfilata di cani e umani" il 25 giugno a Lecco


Anche quest'anno Freccia 45, Associazione no profit per la protezione e difesa animale, promuove la solidarietà tra esseri umani e amici a 4 zampe, con la Va edizione della sfilata di cani e umani che si terrà come sempre a Lecco in Piazza XX Settembre, domenica 25 giugno.
La sfilata, quest'anno Doggy & Buddy, in inglese, a intendere che l'affetto e l'amicizia tra gli esseri viventi, di qualsiasi natura, non ha linguaggio né nazionalità, sarà l'occasione per mostrare ancora una volta che con-vivere e con-dividere il proprio tempo con gli amici pelosi è simpatico e divertente, che essi ci sono al fianco sempre e ovunque e questa è una bellissima occasione per contraccambiarne affetto, fiducia, lealtà. 
Freccia45 milita da anni nella lotta contro la vivisezione, con interventi sul campo in manifestazioni come quelle contro i laboratori della multinazionale Harlan (www.noharlan.org) e collabora e sostiene il centro scientifico I-Care Onlus per divulgare la ricerca etica che non uccide e non crea sofferenza (www.ricer.care). 
Freccia 45 dice NO alla sperimentazione sugli animali perché nel mondo di oggi la crudeltà nei confronti di altri esseri viventi deve finire, testimoniando non solo un'evoluzione di razze e specie, biologica e scientifica, ma anche una crescita interiore, etica e di rispetto. 
La sfilata di Cani e Umani, per la V volta si tiene nella consapevolezza che il dualismo tra uomo e animale non è più un rapporto cane-padrone, o uomo-oggetto, ma una comunione di intese, una relazione profonda, una comprensione e un affetto reciproci. 
Unisciti a noi, vieni con il tuo amico a quattro zampe e sfila insieme a lui, ad insegnare e a mostrare a tutti che la vera natura umana è costruire, non distruggere, insegnare non imporre, comunicare non costringere. Al termine della sfilata saranno premiati gli amici più affiatati e i più simpatici!

venerdì 9 giugno 2017

Campagna contro l'abbandono - estate 2017 -

Anche quest'anno torna la campagna contro l'abbandono estivo promossa da questo blog.

Giugno...si avvicina l'estate, chiudono le scuole, molti vorrebbero andare in vacanza, ma ogni anno nonostante le varie campagne di sensibilizzazione, molti 4 zampe vengono abbandonati...io mi auguro che si arrivi ad un punto dove le persone capiscano veramente che un animale domestico è per sempre, è uno della famiglia e come tale si adottino soluzioni a lui adatte, se proprio non si possono portare con sè, si dia incarico a persona di fiducia che vada a tener loro compagnia e provveda alla pulizia ed alla alimentazione, oppure ci sono pensioni (ma prima informatevi bene....); per fortuna ora sono sempre di più le strutture che li accettano e di questo ne sono contenta!!
Ho trovato un sito molto utile a questo proposito, il sito che AMA chi AMA gli animali, quindi direi che fa proprio al caso nostro! (clicca sul banner qui sotto ed entra...)
http://www.pethotels.it/

Ho messo all'inizio post, il banner di sensibilizzazione "quest'estate portami con te" creato 4 anni fa  dalla brava Saray, con Kim come 'modella' : se volete apporlo nel Vs. blog (possibilmente linkato a qusto post) mi farà molto piacere e aggiornerò questo post coi link dei blog che lo hanno 'adottato' e poi....leggete più sotto! ;-)
(questo il codice banner) :
<a href="http://okanimali.blogspot.it/2017/06/campagna-contro-labbandono-estate-2017.html" target="_blank"><img alt="http://okanimali.blogspot.it/2017/06/campagna-contro-labbandono-estate-2017.html" border="0" src="https://4.bp.blogspot.com/-bAnCBeEAlbM/WTqUgrDXEPI/AAAAAAAAQ3U/Lw6XUqGmRnAfYU9LH7vW8zCvmYf-1ntkwCLcB/s1600/abbandono2017.jpg" /></a>

ELENCO BLOG ADERENTI ALL' INIZIATIVA (aggiornato a post o adesivo banner messo in blog):

http://fioredicollina.blogspot.it/
http://tomaso-passatoepresente.blogspot.it/
https://joannamz.blogspot.it/ 
https://rockmusicspace.blogspot.it/ 
http://robadapatzy.blogspot.it
http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it
http://pyrosepatch.blogspot.it
http://haylin-robbyroby.blogspot.it

Grazie!

Tra tutti i blog che aderiranno all'iniziativa apponendo il banner linkato a questo post nel blog (o anche postando al riguardo) a fine estate (21 settembre) provvederò a sorteggiare un gadget con modalità che vi comunicherò verso tale data in questo stesso post. 

giovedì 4 maggio 2017

Feste ed eventi di Diamoci La Zampa (Milano e dintorni) in maggio


Finalmente è tornata Primavera e con essa tornano le feste e gli eventi di DIAMOCI LA ZAMPA. 

Il primo in ordine di data ci vede come sempre ospiti del comune di Opera, che nell’ambito del Maggio Operese inserisce anche la nostra festa, La sfilata zampine amiche

 Il 14 Maggio siamo al Parco Sempione per la Festa di Mylandog, all’evento Un giorno da cani 

Lunedì 15 maggio , in collaborazione con Pelle D’Oca avrà luogo San Bovio a 4 zampe a San Bovio 

Domenica 21 maggio alle ore 14 00 saremo a Millepini in Festa (piazza delle betulle, Rodano) con la nostra mitica Sfilata Semi Seria. 

 Che dire, noi saremo qui e li ad attendervi siate amici di vecchia data o nuovi musini curiosi 
 Intanto, mentre aspettate fate un giro su www.diamocilazampa.it e date un occhiata ai nostri dolcissimi Cerco Casa ( http://www.diamocilazampa.it/public/wp/index.php/cercano-casa-3/
 Non dimentichiamoci poi della imminente dichiarazione dei redditi e la destinazione del 5 x 1000 ! Il nostro codice fiscale è 97080630151.
Una firma che non costa nulla, ma aiuta noi tantissimo! Mentre invece al link http://www.diamocilazampa.it/public/wp/index.php/come-aiutarci/ avrete una panoramica su tutti i modi per poterci aiutare ad aiutarli!

martedì 25 aprile 2017

Come proteggere il cane dai parassiti esterni e dalle loro punture


La prevenzione è il modo migliore per proteggere il cane dai parassiti e dalle loro punture.
Si può agire sull'ambiente frequentato dal cane con insetticidi ambientali, si può evitare l'esposizione dell'animale ai parassiti nei luoghi e negli orari più a rischio, ma soprattutto si deve scegliere un buon prodotto antiparassitario che si adatti alle abitudini di vita del cane e della sua famiglia.
Vediamo quali sono le formulazioni più diffuse tra gli antiparassitari: gli spot-on (gocce), i collari, le compresse e gli spray.

SPOT-ON
  • Come funzionano: le gocce contenute nelle fialette, o pipette, vengono applicate dietro al collo, tra le scapole e sulla schiena direttamente sulla pelle. Gli spot-on attivi solo contro i parassiti esterni si diffondono nello strato lipidico superficiale della pelle: i principi attivi non entrano perciò nel sangue e vengono lentamente eliminati con il fisiologico ricambio delle cellule cutanee
  • Efficacia: i parassiti vengono uccisi entrando in contatto con la pelle dell'animale.   Alcuni spot-on hanno azione ampia su molti parassiti ed insetti (pulci e zecche, ma anche zanzare, pappataci ed altri parassiti) e hanno anche attività repellente (anti-feeding) cioè respingono ed eliminano la maggior parte dei parassiti prima che possano pungere. In questo modo alcuni di essi offrono protezione dalle pericolose malattie che i parassiti possono veicolare, come ad es. la leishmaniosi.  
COLLARI
  • Come funzionano: nel caso di collare di ultima generazione, come gli spot-on, i principi attivi si distribuiscono su tutto il corpo del cane nello strato lipidico della pelle.
  • Efficacia: come per gli spot-on, i parassiti vengono eliminati dopo essere venuti a contatto con la pelle dell'animale. Qualche collare ha anche azione repellente e protegge dalle punture e da alcune malattie trasmesse dai parassiti. Si distinguono per praticità e lunga durata arrivando in alcuni casi a offrire parecchi mesi di protezione.
COMPRESSE
  • Come funzionano: questi antiparassitari somministrati per bocca, vengono assorbiti dal sangue e si distribuiscono in tutti gli organi (fegato, reni, grasso e muscoli) .
  • Efficacia: uccidono pulci e zecche solo dopo che queste hanno punto il cane entrando così in contatto con il principio attivo. Hanno durata variabile a seconda del prodotto e del tipo di parassita. Liberano il cane dai parassiti presenti sul suo corpo ma non lo proteggono dalle punture.
SPRAY 
  • Come funzionano:  si spruzzano sul cane e arrivano direttamente sul pelo e sulla cute.
  • Efficacia: agiscono sui parassiti per contatto e alcuni hanno anche effetto repellente come gli spot-on e i collari. L'attività si manifesta immediatamente e la durata è variabile a seconda del prodotto impiegato.


giovedì 20 aprile 2017

Dopo tre anni una maialina si ricorda ancora della persona che l’aveva salvata

Le aveva salvato la vita quando era appena nata, la maialina si ricorda di lei. All’epoca Lindsay aveva 16 anni e aveva appena ricevuto Winnie da suo nonno, come animale domestico da accudire durante l’estate. “Mio nonno alleva maiali da sempre e quando stavamo da lui dava a me e a mio fratello un paio di maialini di accudire per l’estate”. 
E un anno Lindsay ha scelto Winnie. “Lei mi sembrava diversa dagli altri maiali che avevo allevato quando ero piccola. Si sedeva vicino a me sull’erba e mi seguiva nelle passeggiate”. Lindsay aveva trovato una grande amica, ma solo alla fine dell’estate si è resa conto che, quando lei se ne fosse andata, Winnie sarebbe finita al macello.
A mano a mano che le due stavano insieme, Winnie era cresciuta sia di dimensioni che come personalità. “Per me lei era a tutti gli effetti un animale domestico”, ha raccontato Lindsay. Fino a che le dimensioni di Winnie nono sono diventate un problema e non ha più potuto essere tenuta in casa. Non solo, sebbene Lindsay avesse convinto suo nonno a risparmiare Winnie dal macello, era difficile trovarle un posto dove vivere.
 “Sapevo che non avrei potuto tenerla al caldo durante l’inverno se fosse rimasta con me e lasciarla tutta sola in un porcile non sarebbe stato giusto”, ha spiegato la ragazza, che si è messa alla ricerca di una sistemazione adatta per la sua maialina. Così si è imbattuta su Facebook nel Esther the Wonder Pig, la pagina di un famoso maiale adottato da una famiglia.
Lindsay si è messa in contatto con loro e gli ha chiesto dove l’animale fosse ospitato e ha trovato la Home Free Farm, in Ontario, a poche ore dalla sua città natale. Il nonno ha detto a Lindsay che le avrebbe definitivamente ceduto Winnie per il suo prezzo di mercato, 350 dollari, e la ragazza ha risparmiato tutta l’estate per poterselo permettere. Alla fine dell’estate, la maialina è stata trasportata da dei volontari nella sua nuova casa. 
“Lindsay ha accompagnato la sua amica per assicurarsi che stesse bene”, ha raccontato una volontaria del centro. Ora Winnie ha quasi quattro anni e pesa 400 chili, quando è arrivata aveva 8 mesi e ne pesava 150. 
La maialina vive in una fattoria con molti altri animali salvati dal macello e vive felice. L’estate scorsa, poi, ha avuto anche una splendida sorpresa: dopo tre anni dal loro arrivederci, Lindsay è tornata a salutarla, durante il suo giro per scegliere il college da frequentare. 
 “Quando la ha vista, Winnie le è corsa in contro: si ricordava benissimo della sua salvatrice”, hanno raccontato i volontari. Del resto, il tempo solidifica invece che cancellare amicizie così speciali. 

domenica 16 aprile 2017

Buona Pasqua


Questo blog augura a tutti gli amici degli animali Buona Pasqua e ....ricordate....sulla vostra tavola, se proprio volete, agnello o colomba ma....dolci! :-)

venerdì 14 aprile 2017

Petizioni contro l'usanza dell'agnello pasquale



I numeri continuano ad essere impressionanti: basti pensare che nel 2016 sono stati macellati quasi 2,7 milioni tra agnelli, agnelloni e capretti.
Anche quest'anno Firmiamo.it ed ENPA collaborano per tentare di arginare questo massacro. 
La Pasqua è una festa dello spirito, non della carne. E senz’altro non della carne di migliaia di agnelli che ogni anno vengono sterminati per diventare un piatto di portata. 
Guardiamoli, con la stessa innocenza con cui loro guardano noi e quest'anno prendiamo un impegno: non acquistiamo la carne di agnello e capretto! 

Firma e diffondi anche tu:



Petizione indirizzata alla COOP in merito alla promozione: "AGNELLO A META' PREZZO, VALIDO PER L'ACQUISTO DI UNA CONFEZIONE CON TESTA E CORATA" Anche noi siamo soci COOP e siamo indignati per quanto figura sugli scontrini consegnati alla cassa. Pur comprendendo che l'attività della COOP è legata alla​ ​commercializzazione, riteniamo che sia un'iniziativa di pessimo gusto. E' barbara tradizione uccidere i cuccioli solo per deliziare il​ ​palato,​ ​ed è​ ​assolutamente deprecabile che un'azienda seria come la COOP, si​ ​pieghi a tutto questo. Promuovere poi a metà prezzo, è sinonimo di​ ​assoluta mancanza di rispetto per la vita di queste povere creature​,​ ​senza colpa​ alcuna ​, fatte nascere per morire a soli 2​0 giorni di vita, strappate bruscamente alle madri e sgozzate senza pietà, ​per poi essere ​appese ai ganci dei mattatoi, affinché tutto quel sangue innocente possa grondare altrove, ​ben ​lontano dagli occhi di chi acquista quelle ​"​​vaschette".​ Tutto questo, a metà prezzo alla COOP! ​​ ​Signori e signore​..... l'orrore è doppiamente servito!​ Negli ultimi anni, con le campagne promozionali, COOP ha dimostrato di​ ​essere proiettata verso nuove tendenze ma con questa promozione,​ ​ha fatto un passo indietro​, un passo che certamente porta moltissime persone (8 milioni in tutta Italia, dati Eurispes) a non riconoscersi nello slogan "LA COOP sei tu!". Chiediamo quindi che venga messa a​l​​ ​vaglio un'alternativa intelligente e​ ​di grande impatto, come ad esempio potrebbe essere una campagna intitolata "quest'anno non ammazziamo​ ​cuccioli"​,​ e che vengano proposti in promozione piatti alternativi e senza crudeltà. Chiediamo a COOP che tenga in considerazione la sempre più accresciuta sensibilità dei cittadini nei confronti del mondo animale, dando​ ​conferma di essere ETICA come vanta di essere e rendendo finalmente possibile a tutti i soci il poter pensare “la COOP SIAMO NOI”. NESSUNA VIOLENZA SULL’INNOCENZA​!!! ​ ANIMALISTI ITALIANI, LIDA , META e NALA 

Firma e diffondi anche tu:

lunedì 27 marzo 2017

Come riconoscere la processionaria ed evitarne il contatto col tuo cane



La primavera ha portato con sé l’arrivo della processionaria, un insetto che è meglio che il tuo cane eviti in quanto ha effetti allergizzanti e non solo. 

Come riconoscerla e come evitare il contatto quando porti in giro il cane. 
Quando porti Fido a spasso è normale vederlo col naso a terra mentre annusa curioso ogni angolo, tra cespugli, erba, muretti e sassolini. Nulla di strano, se non fosse che in questo periodo dell’anno tale comportamento espone il tuo cane al rischio di entrare in contatto con la processionaria.

 La bella stagione e il parassita urticante 
La primavera è infatti il momento in cui ci si imbatte più facilmente nelle processionarie, ovvero quei buffi bruchi pelosi che camminano in fila indiana formando lunghe processioni (da cui il nome) e che - complici il vento e il loro stesso movimento - seminano ovunque le piccole setole di cui sono ricoperti. Le processionarie, che in piena estate si trasformeranno in innocue falene, creano il loro nido tra i rami degli alberi e si possono trovare non solo nelle pinete e nei boschi di quercia, ma anche nei pini dei parchi cittadini, solitamente nelle parti più soleggiate della chioma. Quando è il momento per i bruchi di trasformarsi in farfalle ecco che scendono dai pini per iniziare la loro passeggiata a terra alla ricerca del posto giusto per creare il bozzolo. Ed ecco che iniziano anche i guai, perché questi piccolissimi parassiti dalle setole urticanti sono di fatto grandi nemici del benessere degli animali che vi si imbattono. La processionaria del pino è quella più conosciuta, ed è anche quella che con maggiore probabilità può essere incrociata dal tuo cane durante una semplice passeggiata al parco. 

 Setole urticanti 
Dotate di minuscoli ganci a una estremità, le setole della processionaria si attaccano molto facilmente sia alla pelle che al manto del tuo cane, ma non solo: si ancorano saldamente anche alle mucose, per cui se inalate (ricordiamo che sono piccolissime) o ingerite si rivelano fortemente urticanti e potenzialmente allergizzanti, dando luogo a reazioni di varia entità a seconda della quantità di istamina rilasciata. Possono causare prurito anche molto forte, eruzioni cutanee importanti e irritazione agli occhi o alle vie respiratorie, fino a dare origine a vere e proprie reazioni allergiche.

 Come prevenire il contatto con la processionaria 
La cosa più semplice da fare è prestare molta attenzione al luogo in cui porti il tuo cane a passeggio: se nel parco in cui ti rechi vi sono delle conifere ma non sono presenti cartelli di avvenuta disinfestazione, nel periodo marzo-giugno è meglio non correre rischi e identificare un nuovo itinerario per lo svago dell’amato quattrozampe. Ma fai attenzione, perché le lunghe processioni di questo temibile insetto possono raggiungere anche strade e marciapiedi prospicenti l’area in cui si trovano gli alberi su cui vi sono i nidi. Tieni gli occhi aperti, dunque, e segui sempre i movimenti del tuo amico. 

 Sintomi più comuni  
La prima cosa da fare nel momento in cui il tuo cane viene a contatto con la processionaria è lavargli il muso e la bocca con abbondante acqua per rimuovere le setole del parassita, avendo cura di indossare dei guanti poiché il contatto è urticante anche per l'uomo. Dopodiché è opportuno ricorrere all’aiuto di un veterinario che provvederà a tutte le cure del caso. Può però succedere che il contatto avvenga a tua insaputa, e allora dovrai fare attenzione ai sintomi che solitamente si manifestano in queste circostanze. Quindi, se di ritorno da una scampagnata ti accorgessi che il cane è dolorante e infastidito, o se notassi una perdita di vivacità e un rifiuto del cibo, oltre che una salivazione abbondante accompagnata dal gonfiore della lingua, non dovresti esitare a rivolgerti quanto prima al tuo veterinario di fiducia. La tempestività sarà preziosa al fine di evitare inutili complicanze e problemi per il benessere dei tuoi animali. 

fonte articolo

Nella foto: Kim tra i prati 

venerdì 24 marzo 2017

Sono arrivate le Dolcezze di Pasqua per il Rifugio di Paganica (AQ)!


Ecco tutte le Dolcezze 2017, nel dettaglio:

Le Uova: uova di cioccolato con sorpresa, 200g, offerta minima 8 euro. Disponibili esclusivamente in cioccolato al latte e cioccolato fondente. (Le uova sono estremamente FRAGILI e potrebbero arrivare rotte se spedite!) 
La ColomBau: colomba artigianale, 750g, offerta minima 11 euro. 
Giulietta: il micino di cioccolato al latte da 80g, offerta minima 5 euro. 
Romeo: il cagnolino di cioccolato al latte da 80g, offerta minima 5 euro. 

→ A L'Aquila è possibile trovare le Dolcezze presso i numerosi amici che hanno messo a disposizione in modo gratuito i loro spazi per sostenerci: qui l'elenco aggiornato.
 → Tutti i dolci sono disponibili anche presso i volontari dell'Associazione, contattando il 329.9064859 oppure scrivendo a info@cuccefelici.com.
→ E se siete lontani, non preoccupatevi! È possibile riceverli anche per posta, con l'aggiunta delle spese di spedizione, basta scriverci: info@cuccefelici.com. (Le uova sono estremamente FRAGILI e potrebbero arrivare rotte se spedite!)
Con il tuo sostegno aiuterete gli oltre 400 ospiti del Rifugio e le attività della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di L'Aquila.
Grazie!

sabato 11 marzo 2017

Conoscete Fra' Baffo?

Ecco a voi ‘Frà Baffo’, un frate francescano decisamente particolare. 
Si tratta infatti un cane randagio adottato dal monastero di francescani di Cochabamba, in Bolivia. Dopo averlo visto gironzolare nella zona, i simpatici frati, in ossequio forse al fatto che San Francesco è il protettore degli animali, hanno deciso di adottarlo, con tanto di saio in omaggio. 
E il trovatello, ribattezzato ‘Fray Bigoton’ (l’equivalente italiano di Fra’ Baffo, appunto), pare trovarsi decisamente nel suo nuovo ambiente.
......
“Se tutte le chiese del nostro paese adottassero un cane dedicandogli le attenzioni riservate a Fra’ Baffo, siamo sicuri che molti parrocchiani seguirebbero l’esempio“, hanno sottolineato tramite la loro pagina Facebok. 


Voi che ne pensate? 

mercoledì 8 marzo 2017

Petizione: no all'eutanasia dei cani nei canili italiani



Il Governo italiano, nella norma ammazza lupi che verrà discussa il 23 c.m., vuole inserire anche l'eutanasia dei cani dopo un periodo di mantenimento nei canili e l'abbattimento diretto dei cani vaganti. 
Il capitolo III.2 - Azioni per prevenire la presenza dei cani vaganti e l'ibridazione lupo-cane, determina l'urgente necessità di integrare e modificare il quadro normativo nazionale inclusa la revisione della L.281/91 ( Legge quadro in materia di animali d'affezione e prevenzione del randagismo per cui all'art. 2 comma 2 i cani vaganti ritrovati, catturati o ricoverati non possono essere soppressi) utilizzando le Linee Guida messe a punto dal Progetto LIFE IBRIWOLF che riporta anche quanto indicato dall’ISPRA per quella che ritengono un’efficace strategia di gestione e contenimento del fenomeno del randagismo, ovvero “…….., la reintroduzione della possibilità di eutanasia dei cani dopo un periodo di mantenimento nei canili, la reintroduzione della possibilità di abbattimento diretto dei cani vaganti quando essi esercitino un accertato impatto su specie di interesse conservazionistico……
 Ci opponiamo fermamente a questa ipotesi e inviamo queste firme raccolte in meno di 72 ore per far sentire la nostra voce ed impedire l’approvazione di una legge così barbara.

Firma anche tu e diffondi la petizione: clicca QUI

lunedì 6 marzo 2017

Il video di Charlie il vagabondo

Ciao a tutti, vi avevo già fatto conoscere Charlie il cane di Ragusa segnalatomi dagli amici Pyros & Patch....bene, ora c'è anche un video sulla sua storia, eccolo spero vi faccia piacere vederlo, così come ha fatto piacere a noi questo lieto fine!

giovedì 2 marzo 2017

Per gli italiani una società più pet-friendly inizia dai banchi di scuola

Con la petizione Mettiamoci La Zampa, lanciata da PURINA nel mese di ottobre 2016, il 55% dei partecipanti ha sposato la causa “A scuola con i pet”: rispettando l’impegno preso, Purina organizzerà 100 lezioni nelle scuole primarie con un educatore cinofilo esperto

 Milano, 1 marzo 2017 – A scuola per imparare a costruire un rapporto sereno e responsabile con il proprio amico a quattro zampe. E’ questo il desiderio del 55% degli italiani che hanno partecipato alla Petizione “Mettiamoci La Zampa”, lanciata nel mese di ottobre 2016 da PURINA - azienda di riferimento del settore Petcare in Italia - per sostenere una società più vicina agli animali da compagnia. Tra le tre cause proposte dalla petizione (promuovere la presenza degli animali da compagnia sul posto di lavoro, l’educazione dei bambini al rapporto con i pet e la diffusione di luoghi pubblici pet-friendly) quella con maggiori consensi è stata l’attenzione alle nuove generazioni, perché crescano conoscendo i valori e il rispetto verso gli animali da compagnia. Il 48% delle preferenze espresse per la causa “A scuola con i pet” proviene dalle regioni del Nord, il 27% dal Centro e il 25% dal Sud e dalle Isole. Ma a votare non sono stati solo gli amanti degli animali: anche gli amici a quattro zampe hanno potuto dire la loro attraverso lo smartphone dei loro proprietari, apponendo la propria firma con l’impronta della loro zampa sul touchscreen del dispositivo. Per concretizzare le preferenze espresse dagli utenti e dai loro pet, PURINA offrirà -nell’ambito della campagna educativa “A Scuola di PetCare” promossa ogni anno- 100 lezioni di Petcare gratuite, che saranno tenute da educatori cinofili esperti all’interno delle scuole primarie italiane. 

giovedì 23 febbraio 2017

Petizione: votate subito la legge per vietare l'utilizzo degli animali nei circhi



In Italia i circhi continuano ad essere finanziati dallo Stato, per il 2017 è previsto anche un incremento di quasi 500 mila euro. 
C'è una proposta di legge per vietare gli animali dei circhi ferma in parlamento da due anni, firma e diffondi anche tu la petizione on line per far sì che venga calendarizzata, discussa ed votata!

giovedì 16 febbraio 2017

17 febbraio: festa del gatto

La Festa del Gatto ricorre il 17 febbraio ed è nata nel 1990. 

La giornalista gattofila Claudia Angeletti propose un referendum tra i lettori della rivista “Tuttogatto” per stabilire il giorno da dedicare a questi affascinanti animali spesso bistrattati. 
La proposta vincitrice fu quella della signora Oriella Del Col che così motivò la sua idea nel proporre questa data che racchiude molteplici significati: febbraio è il mese del segno zodiacale dell’Acquario, ossia degli spiriti liberi ed anticonformisti come quelli dei gatti che non amano sentirsi oppressi da troppe regole.
Tra i detti popolari febbraio veniva definito “il mese dei gatti e delle streghe” collegando in tal modo gatti e magia il numero 17, nella nostra tradizione è sempre stato ritenuto un numero portatore di sventura, stessa fama che, in tempi passati, è stata riservata al gatto; la sinistra fama del 17 è determinata dall’anagramma del numero romano che da XVII si trasforma in “VIXI” ovvero “sono vissuto”, di conseguenza “sono morto”. 
Non così per il gatto che, per leggenda, può affermare di essere vissuto vantando la possibilità di altre vite.
Il 17 diventa quindi “1 vita per 7 volte”! In varie città d’Italia si festeggia questa giornata con iniziative artistiche o di solidarietà a favore di questi animali. 

 (Fonte: Wikipedia)

mercoledì 1 febbraio 2017

Un lieto fine per il cane di quartiere Charlie

Il 23 gennaio vi avevo fatto conoscere Charlie e la sua storia, segnalatami dagli amici ragusani Pyros & Patch. Oggi c'è un bel aggiornamento su di lui come sono contenta!:-) Finalmente una bella notizia!

Ragusa - Il suo anziano padrone è morto, e Charlie Vagabondo era diventato una mascotte del quartiere stazione, a Ragusa, fin quando per lui non si è prospettato un canile, a Caserta. Già, perchè un residente ha presentato una denuncia dichiarando di essere stato morso. Ma Vagabondo aveva delle abitudini umane: accompagnare i bambini a scuola, salutare con costanza quotidiana gli amici umani del quartiere, farsi voler bene. 
Così Ilaria, per sottrarlo alla cattura, lo ha adottato, permettendogli di rimanere cane di quartiere con la formula della “libertà vigilata”, a cui collaborano le donne che amano questo cane e che per lui in settimana hanno fatto una colletta, per sostenere la spesa di 120 euro per vaccini, microchip, acquisto medicinali, guinzaglio, collare, antiparassitari.

lunedì 30 gennaio 2017

Una poesia per loro ....

Questo è un blog animalista, per cui è giusto rivolgere un pensiero a tutti gli animali che hanno perso la vita in queste ultime settimane con i disastri ambientali che hanno colpito il centro/sud Italia, ma è altresì doveroso ringraziare tutti coloro che, oltre agli esseri umani, prestano soccorso anche agli animali.
L'amica Clara Procacci mi ha dato il permesso di postare questa sua poesia con la foto di uno dei cuccioli salvati.

Serena notte 

Mi chiedo se e' diverso 
Il guaito di un cucciolo 
Dal pianto umano
Di fronte alla tragedia 
Mi chiedo se e' diverso 
Aver perduto la mamma 
Per questo cucciolo 
O per un bambino 
O per chiunque anche 
Adulto che ha perduto
La sua mamma 
E con lei il mondo intero
Mi chiedo quanto e' 
Grande il dolore di chi
E' rientrato solo ma solo 
Non era stato mai!

 Clara Procacci


Questo post è stato segnalato tra i migliori letti nella settimana da Robby Roby, grazie!
 

lunedì 23 gennaio 2017

Una storia a lieto fine per Charlie

Gli amici Pyros & Patch mi hanno scritto segnalandomi una storia a lieto fine (evviva!!) per un cagnolino che incontravano diverse volte, perchè vicino allo studio veterinario....
"Lo hanno battezzato Charlie Vagabondo. E' il cane -meticcio- di quartiere che vive fra la via Carducci e la via Scalo Merci a Ragusa. Vive, anzi, viveva. Perchè in seguito a una denuncia il cagnolino ha rischiato di finire in un canile convenzionato col Comune di ragusa, addirittura in Campania. 
Accade infatti che il Comune abbia aggiudicato a una ditta partenopea il servizio di cattura e cura dei randagi. 
Per evitare che il cane finisse trasferito in un non meglio precisato canile, un residente nel quartiere ne ha dichiarato la proprietà. Ospitando il cagnolino a casa sua, e sottraendolo dal suo habitat naturale. "

fonte: http://www.ragusanews.com/2017/01/22/attualita/salvo-accalappiacani-charlie-vagabondo/74923

sabato 14 gennaio 2017

17 gennaio : Sant'Antonio abate, protettore degli animali domestici


Il 17 gennaio è la ricorrenza di Sant'Antonio abate, il protettore degli animali domestici, del bestiame e del lavoro dei campi. Fu reputato essere potente taumaturgo capace di guarire malattie terribili. Solitamente è raffigurato con accanto un maiale che reca al collo una campanella.
Il 17 gennaio tradizionalmente la Chiesa benedice gli animali e le stalle ponendoli sotto la protezione del santo (quest'anno cadendo in giornata feriale, magari viene anticipata alla domenica precedente, dico io, informatevi....)
La tradizione deriva dal fatto che l'ordine degli Antoniani aveva ottenuto il permesso di allevare maiali all'interno dei centri abitati, poiché il grasso di questi animali veniva usato per ungere gli ammalati colpiti dal fuoco di Sant'Antonio (l'Herpes zoster, sfogo pruriginoso della pelle simile alla varicella). I maiali erano nutriti a spese della comunità e circolavano liberamente nel paese con al collo una campanella.
Il 17 gennaio quindi si celebra la festa liturgica di Sant'Antonio Abate, da distinguersi da Sant'Antonio da Padova. Nell'iconografia, infatti, viene sempre rappresentato, per distinguerlo, con un maialino. In molti nostri comuni, con tradizioni simili e a volte differenti, anche per influssi legati a riti celtici, si usa accendere dei falò che hanno funzione purificatrice e fecondatirice, come di fatti è simbolo il fuoco, che segna il passaggio dall'inverno e dalle giornate più buie verso la primavera.
Le ceneri, poi, raccolte vengono tenute come simbolo per allontanare le malattie, in particolare della pelle, e gli incendi. Secondo una leggenda la notte del 17 gennaio gli animali possono parlare. Durante questo evento i contadini si tenevano lontani dalle stalle, perché udire le greggi parlare sarebbe stato di cattivo auspicio quindi, se vi capita di sentire il vostro cane o il vostro gatto che discutono tra loro non vi preoccupate… state comunque lontani perchè anche interrompere loro è di cattivo auspicio.
Una simpatica leggenda dice che si recò all'inferno per rubare il fuoco al diavolo, e che mentre lui lo distraeva, il suo maialino corse dentro l'inferno, rubò un tizzone e lo portò fuori per donarlo agli uomini. 

Fonte: 

venerdì 13 gennaio 2017

Cercano casa 4 cuccioli


Nelle Isole Eolie, arcipelago siciliano, il randagismo è molto sviluppato e pochissime persone si occupano concretamente di aiutare gli animali. Tra questi vi è Antonello che è riuscito a salvare diversi randagi, tra cui 4 cucciolotti che ora cercano una famiglia piena di amore.
Si trovano a Salina (isole Eolie) e saranno adottabili dal prossimo mese. Cerchiamo per loro una casa dove possano essere amati e coccolati. Adozioni solo in nord Italia, previo controllo
Per info: antonello451@virgilio.it o 090 9843526 (orario serale).

martedì 3 gennaio 2017

Primo post e sorpresa....

Cari amici degli animali, spero tanto che i vostri pets abbiano trascorso un fine anno senza troppi stress da botti, i miei #mitici pelosi dormivano tranquillamente, noi eravamo in casa con loro con la tv accesa. A dire il vero qui non c'è stata molta confusione, per fortuna!

In occasione della visita al canile di cui postai QUI  acquistai, come faccio tutti gli anni, diversi calendari la cui vendita va a beneficio del canile stesso e che amo donare ad amici.


Quest'anno faccio mia la simpatica iniziativa di Andreina e voglio donare a due di voi una copia di calendari : uno da appendere ed uno da scrivania, premiando però i fedeli lettori di questo blog con la regola che ha fatto lei, ovvero ho 'preso' il post che ha aperto e quello che ha chiuso il 2016, ho dato un gruppo di numeri ai blogger che hanno commentato (fino ad ora riferendomi all'ultimo post). I calendari che vedete in foto andranno rispettivamente ai numeri corrispondenti al primo e al secondo estratto del lotto sulla ruota Nazionale di giovedì 5 gennaio, vigilia della Befana.  Tutto chiaro? Guardate un pò se siete anche voi in elenco! Aggiornerò questo stesso post nella serata del 5 gennaio.

Commenti del primo post del 2016

Tomaso         dal 1 al 6
Robby Roby dal 7 al 12
Mirtillo14     dal 13 al 18
Monique       dal 19 al 24

Commenti dell' ultimo post del 2016

Tomaso                  dal 25 al 29
Kilara                     dal 30 al 34
Andreina                dal 35 al 39
Carmen                  dal 40 al 44
Mirtillo14              dal 45 al 49
Pyros & Patch        dal 50 al 54
Il salotto del gatto libraio dal 55 al 59
Robby Roby          dal 60 al 64
Fata Confetto        dal 65 al 69
Dani (decoriciclo) dal 70 al 74
Saray                     dal 75 al 79
Enjoy Life             dal 80 al 84

Continuate a seguirmi durante l'anno, perchè simpatiche ed improvvise sorprese potrebbero...sorprendervi! ciao!!! :-)

Aggiornamento del 05.01 ore 20.45 : i fortunati sono....Kilara e Mirtillo !!!