giovedì 26 dicembre 2013

Stop ai botti : petizione da diffondere!

Questa petizione vuole smuovere la coscienza e l'intelligenza, purtroppo sopita, di chi, ancora una volta, sceglie di ignorare problematiche serie, che non dovrebbero neppure essere presenti in ambienti considerati civili. Non solo a fine anno ma per ogni ricorrenza che si rispetti, spesso leggiamo o sentiamo parlare dei problemi causati dall'uso di "botti" e simili. 
Legali, illegali, piccoli, grandi, artigianali o meno, stiamo parlando di oggetti che nella maggior parte dei casi rappresentano veri e propri ordigni. Lungi dall'essere innoqui per coloro che li adoperano, questi passatempi provocano continuamente danni a cose o individui che spesso non vogliono neppure averci a che fare.
 Dati sui feriti umani ne abbiamo tanti, basta una breve ricerca, per analizzare pure i danni che queste armi provocano all'ambiente e ai suoi abitanti: "Si stima che ogni anno, solo in Italia, siano più di 5.000 gli animali (domestici e selvatici) che muoiono nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio. Negli uccelli un botto causa uno spavento tale che li induce a fuggire dai dormitori (alberi, siepi e tetti delle case), volando al buio alla cieca anche per chilometri, andando a morire sfracellati addosso a qualche muro, albero o cavi elettrici; quelli che riescono ad atterrare o a posarsi in qualche albero spesso muoiono assiderati a causa delle rigide temperature invernali ed alla mancanza di un riparo. Nei gatti, e soprattutto nei cani, un botto crea forte stress e spavento tali da indurli a fuggire dai propri giardini e recinti, per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo spesso vittime del traffico o di ostacoli non visibili al buio."

 "Gli animali che rimangono in casa (o quelli ospitati in canili e gattili) vengono colpiti dalla paura per questi rumori forti e improvvisi; e spesso questa paura si trasforma in una vera e propria fobia, con sintomi quali tremori, vocalizzazioni, tentativo di nascondersi o fuggire, eliminazioni di feci o urine, distruzione di oggetti, forte aumento della salivazione, ecc. E questo non accade solo nella notte di San Silvestro, ma ben prima, dal momento che già ai primi di dicembre si sentono spari e botti." "...ciò è dovuto in particolare alla loro soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana. L’uomo ha un udito con una percezione compresa tra le frequenze denominate infrasuoni, intorno ai 15 hertz, e quelle denominate ultrasuoni, sopra i 15.000 hertz. Cani e gatti, invece, dimostrano facoltà uditive di gran lunga superiori: il cane fino a circa 60.000 hertz mentre il gatto fino a 70.000 hertz." 

 Con la presente, speriamo di sensibilizzare e portare sotto l'osservazione di chi dovrebbe occuparsene, argomenti scomodi per chi ci guadagna, ma essenziali da affrontare per fare un passo avanti verso la tanto decantata civiltà, che ci allontani da uno dei tanti modi insani di festeggiare, affinché anche gli individui più deboli come animali selvatici o domestici possano essere rispettati, nel loro habitat naturale, nelle nostre case, in strada e nei rifugi. 



5 commenti:

  1. Condividiamo l'iniziativa!!! Nella nostra città accadono raramente casi estremi, però succedono ugualmente e danno molto fastidio sia a noi che ai nostri piccoli amici...
    Il nostro pensiero và ai pelosetti sfortunati, randagi, vittime di questi esseri..
    Un Saluto!!!
    Davide e Carmela

    RispondiElimina
  2. Questi pazzi non capiscono che si può festeggiare anche senza questi botti pericolosissimi!!! e senza spaventare bambini e animali...
    Buona serata cara Fiore.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Firmo e sottoscrivo, i botti sono una cosa dannosa per tutti: cuccioli, bambini, anziani, deboli di cuore...
    Basta, si può festeggiare anche senza botti!

    RispondiElimina
  4. ciao
    anch'io dico no ai botti. Divertimento stupido, pericoloso e inutile.

    RispondiElimina
  5. Purtroppo, nonostante tutti gli appelli, ci sono stati tanti botti, almeno dove ero io sì.
    Mi spiace per gli animali, certa gente non capisce proprio !

    RispondiElimina

Gli amici degli animali sono i benvenuti in questo blog ! Grazie se vorrai lasciare un commento, un saluto !