giovedì 10 ottobre 2013

Ginosa(TA) solidarietà per il canile travolto da acqua e fango

Nella notte fra il 7 e l'8 ottobre una violenta ondata di acqua e fango ha travolto il rifugio, una bellissima struttura realizzata nel 1988 grazie all'instancabile lavoro della responsabile, Nuccia Giannatelli, e dei volontari. "In venticinque anni di vita del rifugio", affermano, "mai era successa una tragedia del genere". 
La pioggia, improvvisa e incessante, abbattutasi in meno di 24 ore ha provocato uno smottamento del terreno che ha travolto la struttura. La strada di accesso al canile era completamente distrutta, molti box assieme ai muretti che li separavano divelti dalla forza dell'acqua, le reti e le porte di accesso ai box piegate o bloccate da più di mezzo metro di fango. All'arrivo dei volontari, molti cani erano liberi, fuori dai box, mentre, purtroppo, sette sono stati trovati deceduti. Alcuni annegati, sommersi dalla piena a cui non sono riusciti a sottrarsi, altri schiacciati dai muretti crollati, precipitati in un dirupo alle spalle di alcuni box il cui pavimento ha ceduto. Due mancano all'appello e la speranza rimane quella di ritrovarli. I cani sopravvissuti sono stati messi tutti in sicurezza, anche se i box e le cucce sono invasi dal fango. Molti di loro sono ancora terrorizzati, soprattutto gli anziani.
L'infermeria, dove il fango aveva raggiunto un'altezza di 40 cm, è stata ripulita e i cuccioli e gli anziani messi al caldo. Muniti di pale e carriole, i volontari continuano senza sosta il lavoro di ripulitura dei box e delle strade.
 Il materiale di prima necessità di cui il canile ha bisogno è il seguente: coperte, cartoni in quantità (servono per ospitare cuccioli e vecchietti sul pavimento dell'infermeria), cibo per cuccioli, sverminanti, Vetkelfizina, antiparassitari , compresse di Allopurinolo, Glucantime, bende, garze, Betadine. Servirebbe anche un bobcat, da fornire a disposizione del canile, che consentirebbe di continuare a rimuovere il fango dalle strade. 
Chi volesse contribuire inviando del materiale può spedirlo direttamente al CANILE COMUNALE DI GINOSA - STRADA GINOSA-LATERZA - C.DA CAVA DELLE PIETRE - 74013 - GINOSA (TA) contattando preventivamente il 333/6854103 oppure il 347/8844795. Oppure può contattare il Coordinatore delle guardie eco zoofile di Bari, Giammichele Lippolis, guardiebari@oipa.org o Stefania Bottiglia, delegata OIPA di Taranto, cell. Tel. 328 3385058; taranto@oipa.org che continueranno a supportare il canile portando aiuti. 
Per fare un'offerta è possibile fare un versamento sul conto nazionale dell'OIPA Italia indicando la causale "offerta – canile Ginosa".

fonte: http://www.nelcuore.org/

5 commenti:

  1. Grazie Fiore per aver pubblicato questo appello, è il canile dal quale è arrivato Saverio, e ci tengo particolarmente ad aiutarlo il più possibile!
    Luisella

    RispondiElimina
  2. Che disastro!!! Poveri questi cagnolini, che il destino li ha travolti!!!
    Purtroppo la natura a volte è violenta!
    Ciao e buon fine settimana cara Fiore.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Grazie Fiore, provvederò al più presto!
    Bacioni

    RispondiElimina
  4. :-((((....poveri dolci cuccioli...:'-((((

    RispondiElimina

Gli amici degli animali sono i benvenuti in questo blog ! Grazie se vorrai lasciare un commento, un saluto !